STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
Mia moglie lesbicaCADE UN TABU’Mattinata di sesso!!!un cazzo ingessatoUna lettera d'amore e fantasiaManuelaMatteomia moglie e sua sorella gemella
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

I 3 utenti piu' attivi
and55fi (32) simo72 (22) pipistrello (18)
Mia Moglie Carla ed il giovane Nico (capitolo 4 ) ( 01-05-2016 )
Mia Moglie Carla ed il giovane Nico (capitolo 4 )
Mia Moglie Carla
……….ripartendo dal capitolo 3, ove confermo che mia Moglie Carla ha dimostrato e lo dimostra ancora di essere davvero una grande troia, in quanto, in mia presenza od in mia assenza ha continuato e continua in ogni occasione a farsi sbattere dal giovane Nico che ormai sembra sia diventato il suo padrone talmente che è riuscita a plagiarla fino ad usarla a suo compiacimento e trattandola sempre più da puttana e farle fare tutto ciò che gli viene in mente proprio per sottometterla sempre di più; naturalmente il gioco e la regia resta sempre nelle mie mani che spesso spingo Nico a sottoporre mia Moglie in ogni possibile lussurioso ed eccitantissimo gioco.
Sono trascorsi ormai quasi 12 mesi da quando Nico è riuscito a sbattersi Carla per la prima volta < vedi capitolo 1 > e quindi ormai i giochi dovevano andare avanti e sottoporre la mia troia a cose diverse e sempre più eccitanti.
Nico, un giorno, mentre eravamo soli e continuavamo a parlare di Carla, mi diceva che era davvero contento di come erano andate le cose ed era sempre di più attratto dalla mia donna, e non perdeva tempo nel dirmi che non avrebbe mai immaginato che tale pezzo da 90, così veniva definita Carla, fosse finita nelle sue mani tanto da riuscire ad averla a suo piacimento. Mi diceva pure che a volte gli dispiaceva di chiamarla puttana e cose del genere, ma io lo tranquillizzavo, invitandolo a continuare a trattarla da troia perché io volevo che mia Moglie si comportasse proprio da troia, e quindi gli dicevo di continuare a fargliene sempre di più ed a sottometterla in ogni modo.
In uno di questi incontri fra me e Nico, questi mi confessava “ non avrei voluto, ma le ho mancato di parola proprio ieri, mentre mi trovavo con il mio amico Andrea e non nascondo che ero stanco di sentirlo continuare a vantarsi del sesso che faceva con la signora Wida, sembrava che solo lui potesse avere una donna più grande e per giunta sposata, ed allora, visto che lui si era confidato solo con me, < vedi capitolo 3 > dopo averlo fatto giurare di non raccontare nulla a nessuno, gli dicevo di me e Carla “ ed io gli chiedevo “ e lui cosa ha detto ? Ci ha creduto ? “ e Nico “ non ci ha creduto subito, in quanto diceva che Carla sembrava una donna da letto ma non credeva fosse così puttana, poi gli ho raccontato tutto sui nostri incontri, da come abbiamo iniziato e da come ormai è veramente la mia amante, comunque, stia tranquillo, non ho detto che lei mia ha aiutato e che è coinvolto, lui sa che è nato tutto di nascosto fra me e sua moglie “ ed io “ raccontami tutto” e Nico “ Andrea sembrava impazzito, mia ha chiesto come fossi riuscito a prendermi una donna meravigliosa come Carla e lui darebbe tutto per averla almeno una volta, poi mi ha chiesto di provare a scambiarcele per qualche volta e mi pregava quasi in ginocchio, dicendomi che per una volta sola con Carla mi avrebbe ceduto la signora Wida ogni volta che io avrei voluto e che lui avrebbe trovato il modo di farmi fare una nottata intera con questa “ ed io chiedevo “ e tu che cosa hai risposto ? “ e Nico “ a dire il vero gli ho detto che ci potevo anche stare ma non sapevo come organizzare la cosa per fare cedere Carla a lui e quindi, di aspettare che avrei con calma studiato la situazione “ ed io “ Nico, la cederesti Carla ? “ e lui “ no, dopo quello che ho fatto e la fortuna che ho avuto grazie a lei per averla, anche se non avrei mai immaginato di riuscire a possederla come mi sta capitando ora; comunque, visto che si tratta di solo sesso, solo una volta farei il cambio perché chiavarmi la signora Wida a mio piacimento non mi dispiacerebbe, ma lei che è il marito di Carla, cosa ne pensa ? “ ed io, “a me non dispiacerebbe, ma lasciami studiare la situazione e vedrai che come siamo riusciti finora, raggiungeremo anche quest’altra cosa che non ti nascondo potrebbe essere eccitantissimo, vedere mia Moglie nelle mani, contemporaneamente tue e di Andrea, la cosa mi stuzzica, quindi prendi tempo con Andrea e digli che stai per l’appunto studiando la situazione e che hai ferma intenzione di fargli chiavare Carla”. Nico poi mi diceva “ Va bene attendo la sua sempre brillante ed efficace regia “” ed io “ a proposito, Andrea come stà a cazzo ? “ Nico “ ha un 19-20 centimetri, poco più piccolo del mio ma ha una circonferenza più grande ed a Carla piacerà sicuramente “ ed io “ bene, perché la mia donna deve godere al massimo come piace a me e la dovete sfondare per bene”. E Nico “ stia tranquilla la sentirà urlare di godimento; comunque le dico che Andrea ha un certo dubbio sul fatto che io mi chiavo la signora Carla, cioè ci crede e nel contempo non ci crede, quindi cosa potrei fare per dargli la certezza che io posseggo questa donna, questo pezzo da 90 ? Se almeno lo facessi sbirciare un attimo mentre mi bacio Carla e lui la vede fra le mie braccia che risponde ai baci e che si lascia toccare, questo gli scioglierebbe qualsiasi dubbio e quindi potrò prepararlo per bene quando lei mi dirà cosa dovremo fare per attirare la signora Carla in qualche tranello “ ed io “ fai nascondere Andrea nel pianerottolo del corridoio delle cantine, farai scendere Carla e lui potra sbirciare di nascosto e vedere che non è una frottola, ma che realmente vi baciate e vi abbracciate, e come la prendi per mano e la farai camminare verso le cantine e gli farai vedere come la tirerai dentro, al massimo gli consentirai di mettere l’orecchio alla porta della cantina che chiuderai a chiave e gli farai ascoltare i mugolii e gli urletti di Carla per fargli capire che la stai impalando, ma nulla di più perché potresti rovinare tutto; stai tranquillo, troverò il modo e la chiaverete in due “ e Nico, “ma allora combino la cosa questa sera stessa, cosa ne dice ? “ ed io “ Bene, fai come vuoi, e come al solito, arrangiati con Carla e falla scendere in cantina alla solita ora e falla vestire come desideri, ma fammi sapere se questa sera avviene la cosa, dopo che avrai parlato con Andrea “. Nico risponde “ vado ad avvisare Andrea e poi le faccio sapere “. Dopodichè va via.
Circa tre ore dopo, cioè poco prima di cena, Nico arriva di nuovo a casa, si bacia Carla sulla bocca che nel frattempo era alle prese con i fornelli; naturalmente lei risponde compiaciuta al bacio, e poi Nico mi sussurra “tutto ok come previsto, ora lo dico a Carla” infatti Nico rivolgendosi a Carla le dice “ questa sera alla solita ora ti aspetto in cantina, e vieni con la minigonna nera, sandali alti e camicetta bianca trasparente come piace a me, ma senza reggiseno” e Carla “ ma ancora in cantina!! Vieni qui che staremo in santa pace, ce ne andremo a letto senza pericoli di essere visti “ e Nico “ no! Vieni in cantina come ti ho detto “ e Carla, dopo avermi guardato ed ottenuto il mio assenso “ risponde “ va bene ci sarò “ e Nico, accompagnami alla porta che vado a casa” e Carla invitandomi a dare un’occhiata alle pentole sul fuoco si avvia alla porta d’ingresso abbracciata con il giovane; è inutile aggiungere che come al solito i due rimanevano abbracciati a pomiciare almeno per un quanrto d’ora durante il quale dalla voce di Carla si sentiva sussurrare “ ssssiiiii – continua ti pregoooo - che beee-lloo – haaaaa – basta ora vai via ci vediamo questa sera “ infatti Nico andava via e Carla tornava ai fornelli, sorridendomi ed evidenziando un rossore di eccitazione in volto e poi rivolgendosi a me diceva “ ma come devo fare con questo che mi sta adoperando a suo piacimento !!!” ed io, ma dimmi la verità “ ti piace il gioco? Ti piace essere la schiavetta nelle mani di un ragazzo così giovane ?” e lei sorridendomi “ si, si mi piace e mi sto divertendo molto, però voglio essere sicura che anche a te piace questa situazione altrimenti smetto “ ed io “ vai tranquilla che è tutto così bello ed eccitante e quindi continua pure ed asseconda Nico in tutto quello che ti chiede in fin dei conti sono io il regista e lui fa tutto ciò che gli ordino “.
Verso le 22,45, Carla era già pronta, si accende una sigaretta e mi sorride dicendomi “ allora fra poco scendo e già lo so, mi farà nuovamente la festa “. Nel frattempo sbircio dalla finestra della camera senza accendere la luce e vedo arrivare Andrea che entra nel giroscale sicuramente atteso da Nico che lo avrà fatto nascondere nella posizione da loro concordata. Carla, poi terminata la sigaretta mi saluta ed in punta di piedi senza accendere la luce nel giroscale, arriva al piano terra; nel frattempo avevo già riaperto silenziosamente la porta di casa riuscendo a seguire mia moglie che stava scendendo al buio. Ero molto eccitato per il fatto che un altro avrebbe saputo e visto che mia moglie era effettivamente la donna sposata che cornificava il marito, in quanto Andrea non sapeva ancora del mio consenso e coinvolgimento.
Scendo fino alla penultima rampa senza farmi vedere e nonostante il buio ciò non mi impedisce di notare Andrea, nascosto ed in silenzio ed in piedi sbirciava verso il corridoio delle cantine come da intesa con Nico; Nico che vedevo comparire tenendo abbracciata Carla sicuramente per fare vedere meglio dare la dimostrazione ad Andrea che Carla era davvero la sua amante; Nico si fermava in un punto a circa 2 metri da Andrea che si trovava in una posizione sicura per vedere e non essere visto, iniziando a baciare Carla che rispondeva a tutto, e non si ribellava assolutamente quando Nico le alzava la minigonna fino alla vita lasciandole in bella vista le mutandine bianche che il giovane aveva chiesto furbamente di indossare e che erano più visibili nell’oscurità, vedevo Nico che abbassava le mutandine fino alle cosce e li sentivo la voce silenziosa e bisbigliante di Carla che diceva “ no qui, ti prego andiamo in cantina che possono vederci “ e Nico “ stai buona che poi andremo, voglio solo farti assaggiare un po’ il mio cazzo” Nico lo diceva con un po’ di voce più alta per fare sentire ad Andrea come aveva in pugno la donna; improvvisamente i sussurri di Carla “ ssssiiiiiiii – con-ti-nua – mmmhhhhh che belloooo “ facevano intuire che Nico le aveva messo il cazzo fra le cosce, vicino alla folta peluria, purtroppo non potevo vedere altro per non essere scoperto, ma il noto e soffocato “ aaahhhhhhh – sssiiiii fottimi, fottimi tutta “ mi facevano capire che Nico l’aveva impalata e la
stava pompando per bene mentre la teneva in piedi. Capivo che Nico lo aveva fatto a pochi metri da Andrea per dimostrargli che lui si chiavava il bel pezzo da 90 come era considerato Carla da Andrea e da tanti giovani pure amici di Nico che sbavavano verso Carla al solo vederla passare. Poi Nico, si stacca da Carla, la prende per mano e la porta in cantina e chiude la porta. Io risalgo, accendo la luce del giroscale e sento il portone aprirsi e richiudersi; Andrea era andato via di corsa. Questo era bastato a Nico per potersi anche lui vantare avendo dimostrato di essere l’amante o non so’ come definirlo, ma che si chiavava mia moglie Carla.
Arrivano a casa. Nico mi sussurra “tutto ok come previsto” ed io “ma cosa hai fatto vedere ad Andrea “ e Nico “ ha visto la gonna di Carla che ho sollevato fino al culo, le mutandine abbassate e il cazzo che gli ho infilato in figa, ed ora ha la dimostrazione che mi sbatto la cosiddetta signora Carla, gran figa e gran puttana”.
Il giorno dopo Nico mi ferma per le scale del condominio e tutto sorridente mi diceva “ ho fatto una gran bella figura con Andrea, ha potuto vedere che il pezzo da 90 come Carla è definita è effettivamente mia, e Andrea mi ha detto di aver sentito tutto come Carla godeva ed immaginava che glielo stavo sbattendo in figa, lui mi ha detto che avrebbe voluto intervenire che non ce la faceva più, si è fatto una sega è ha sborato a terra, e poi ha dovuto scappare perché la luce del giroscale si era accesa e sicuramente stava arrivando qualcuno, e Nico “Andrea vuole accelerare i tempi, vuole chiavarsela e io non so cosa fare, l’ho promesso che la prossima sarebbe stata anche sua, e quindi cosa ne pensa se lo faccio entrare in cantina mentre mi stò impalando la Carla e lei essendo eccitatissima sicuramente non rifiuterà il secondo cazzo” ed io “ aspetta ancora un po’ lasciami pensare ad un’altra cosa ancora più eccitante che non deve avvenire in cantina ma in quel bel boschetto che abbiamo individuato dammi il tempo di preparare la situazione, ormai siamo in estate e Carla non avrà freddo se in agosto la metti nuda in auto“ e Nico “ allora cosa dico ad Andrea, di aspettare ancora ? io dico “ ascoltami bene Nico, parlando con Carla , dille tranquillamente che anche la sua amica o conoscente, signora Wida si fa sbattere da Andrea, e che questi si vanta con te perché ha una donna più grande di lui e per giunta sposata. Dille che non hai detto per ora nulla ad Andrea che anche tu hai l’amante di età più grande e per giunta pure sposata e che non riesci più a stare zitto e che vorresti che Carla acconsentisse a far capire a questo amico che lei è la tua amante. Chiedi a Carla se ti accontenta di farsi vedere abbracciata con te davanti ad Andrea oppure che lui nascondendosi possa sbirciare e vedere le vostre effusioni, ma devi farle capire che stai soffrendo per questa situazione e che la tua serietà ti ha costretto a non rivelare nulla a nessuno, neppure a questo tuo amico; prova, magari ti dirà che sei pazzo, ma sono sicuro che in un modo o in un altro in qualcosa ti accontenterà “. E Nico “ ottima idea, ci provo con insistenza”.-
Una sera ritornando a casa dal lavoro, vedo Carla molto seria e nervosa e le chiedo cosa avesse, e lei mi racconta quello che Nico le aveva chiesto quasi come una preghiera, e poi aggiunge “ ma lo sai che Andrea, che conosci anche tu, si bravo ragazzo educato, va a letto con la Wida ? “ ed io “ che c’è di strano “ e Carla “ ma come che c’è di strano, non ti sembra…….” poi mi guarda e incomincia a ridere dicendomi “ forse è meglio che stia zitta, dopo quello che faccio con Nico “ ed io, “ e cosa hai detto a Nico che lo accontenti ? “ e lei “ ma sei pazzo ? Così magari tutti vengono a saperlo “ ed io “ non credo, in quanto si tratta solo di una specie di dimostrazione e sfida fra due giovani, che forse andrebbero anche accontentati “e Carla “ e come dovrei accontentare Nico!!! “ ed io “ per me è semplice, Andrea potrebbe venire a casa con Nico e tu sedendoti sul divano proprio accanto a Nico, potresti acconsentire che lui ti dia qualche bacino, oppure che ti tenga abbracciata sul divano ogni volta che esco dalla stanza, oppure un Andrea nascosto potrebbe assistere ai baci ed abbracci che voi due vi dareste “ e Carla “ non so cosa dire, certo che capisco Nico e se dimostra anche lui che ha una donna come me, pareggerebbe i conti con Andrea che fa la stessa cosa con la mia amica Wida, ma poi cosa ne penserebbe Andrea ? “ ed io “ che ti frega di Andrea, pensa a Nico e fallo contento, fai in modo che Andrea assista a qualche bacio o abbraccio furtivo fra voi due; dirò io a Nico cosa fare, tu assecondalo e pensa che quello che ti chiederà di fare è tutto organizzato da me “ e Carla “ ok proviamoci, farò quello che deciderai “.
Racconto poi, il giorno dopo, tutto a Nico e gli dico che Carla sarà disposta a dimostrare ad Andrea che lei è la tua amante, ma mi raccomando non dire che Andrea vuole chiavarsela” . Mi avevi detto che i tuoi fra qualche giorno si assenteranno per due giorni e quindi la casa è a tua disposizione. Porta di giorno Andrea a Casa, poi fai scendere Carla da te e ogni tanto la abbracci e la baci sulle quance dicendo ad Andrea che Carla è la tua donna, e lo dirai davanti a lei e poi dirai “ sai Carla che Andrea invece è l’amante della tua amica Wida, e poi nel discorso dovrai coinvolgere pure Carla come se tu ed Andrea foste fidanzati con le due amiche”. e Nico “ ottima idea, “ed io “ricordati che hai la casa a disposizione, volendo la potresti portare a letto, eccitarla e fare anche entrare Andrea, ma non è questo che voglio ancora, desidero che Carla dimostri con la massima indifferenza davanti ad Andrea che lei è la tua amante, mi piace farla sottomettere sempre di più.
Una settimana dopo, i genitori di Nico partono e vengono a salutarci; assicuriamo loro di prenderci cura di Nico ( sapessero come Carla se ne prende cura !!! ), quindi la casa di Nico a disposizione per due giorni.
Il giorno successivo, Nico viene da me e mi dice “ oggi pomeriggio arriva Andrea a Casa, e già gli ho detto che gli dimostrerò che Carla è la mia amante e che non farà nulla per nasconderlo in sua presenza e quindi farò scendere Carla con gonna con spacco, camicetta che dovrà tenere abbastanza sbottonata per mettere in mostra il reggiseno e le sue tettone, e le telefonerò davanti ad Andrea e le chiederò di vestirsi così, e gli farò sentire la conversazione, cosa ne pensa? “ ed io “ ottima idea, falla parlare al telefono e metti la viva voce e falle dire anche delle porcate, vedrai che ci divertiremo, però, caro Nico, voglio nascondermi in altra stanza e godermi lo spettacolo; comunque, mi raccomando, dovrai fare ammettere ad Andrea che lui si sbatte la Wida, così farai tranquillizzare Carla “ e Nico,” bene, allora noi ci siederemo sul giropanca e lei sarà nella sala ove lasciando uno spiraglio alla porta potrà vedere e sentire tutto, in quanto sarà a soli 2 metri circa da noi e potrà vedere anche la faccia di Andrea “.
Dopo pranzo, essendo di sabato e quindi non lavoravo, dicevo a Carla che mi sarei assentato qualche oretta, e quindi scendo da Nico e prendo posto nella sala come concordato; infatti avevo una visuale favolosa e poi Nico aveva provveduto a chiudere le imposte tanto da rendere buia tutta la stanza tanto da mettermi in condizioni di poter vedere, sentire senza essere visto. Neppure 10 minuti dopo, suonano alla porta d’ingresso, era Andrea che entrando prende posto sul lato laterale della panca, indicatogli da Nico. Andrea chiede a Nico “ allora arriva Carla ? “ e Nico “ adesso le telefono e stai zitto ed ascolta” Nico compone il numero e mette il vivavoce. Carla risponde e Nico “ ciao amore cosa stai facendo ? “ e lei “ ho finito di rassettare la cucina “ e Nico “ dimmi che sei sempre la mia donna, la mia amante “ e Carla “ certo che sono la tua amante perché hai dei dubbi ?” e Nico “ allora dimi che sei sempre la mia troia, la mia puttana e che non vedi l’ora di farti sbattere, ma dimmelo “ e Carla “ va bene sono sempre la tua troia e puttana e desidero ancora farmi sbattere da te “ e Nico “ allora scendi da me subito e vestiti con la gonna con lo spacco lungo, la camicetta che devi tenere abbastanza sbottonata che si deve vedere il reggipetto e le tue belle tettone “ e Carla “ arrivo fra 10 minuti, ciao “. Carla poco dopo suona e Nico le apre la porta, e rimane quasi gelida quando vede Andrea, intuendo che qualcosa di nuovo stava per verificarsi; comunque saluta “ ciao Andrea come stai? La mamma come sta ?e …..” Nico la fa sedere, e anch’io dalla mia postazione vedo mia Moglie con la camicetta appena abbottonata e con il reggiseno nero bene in vista e le due tette che sembravano non stare nelle coppe dell’indumento intimo e sedendosi la gonna con lo spacco si apre per bene mettendo in mostra le gambe sino alle meravigliose cosce; Andrea la scruta dalla testa ai piedi e sicuramente sarà stato talmente eccitato da non potersi alzare. Nico arriva un attimo da me come da precedente intesa ed io gli dico di fare alzare Andrea con una scusa in quanto se è eccitato Carla si accorgerà del gonfiore nei pantaloni. Nico rientra in cucina e dice “Andrea vieni qui a vedere “ Andrea fa capire a Nico che non potrebbe alzarsi perché è eccitatissimo, ma Nico gli dice vieni qui, e lui si alza, ed anch’io e sicuramente anche Carla vediamo il gonfiore anche esagerato dei pantaloni; Carla sicuramente intuisce che ne è lei la causa ma fa finta di niente. Poi tutti si siedono e Nico abbraccia Carla tirandola a se, lasciandola perplessa; infatti capisco il suo imbarazzo non sapendo come comportarsi, ma Nico nell’attirarla a se, fa in modo che anche un altro bottone della camicetta si sbottona tanto da mettere in mostra lo stomaco e pancia di Carla, Nico “ dai amore non preoccuparti, Andrea sa che sei la mia donna” e la bacia sulla guancia e dice “ non ti preoccupare che Andrea è l’amante della tua amica Wida “ e Carla, arrossendo “ allora bei fetenti ci siamo presi io e la Wida “ poi incominciava a sorridere e Nico la riprendeva dandole un bacio sulla bocca, dicendole “ fai vedere ad Andrea come ci baciamo “ e Carla “ ma, ma Nico non essere così proprio davanti a lui “ e Nico “ fai la brava perché la Wida fa tutto ciò che Andrea gli chiede “ allora Carla si gira prende la testa di Nico ed incomincia a baciarlo e Nico inizia a palpare le tette sopra il reggipetto, dicendo “ Andrea, la Wida ha così due belle tette grosse come quelle della mia Carla” e lui, forse un pochino più piccole ma sono belle e sode, ma perché non mi fai toccare quelle di Carla così potrò fare il confronto ? “ e Carla “ no!! Non incominciamo ad esagerare, sono la sua donna, è vero, ma solo sua “ ed Andrea “ la Wida non si sarebbe tirata indietro se io avessi chiesto di fargliele toccare da Nico, vuol dire che Nico non ha molta influenza su di lei “ e Nico “ Ti sbagli perché Carla fa tutto quello che io voglio, vero Carla ? “ e lei, “ ma non questo, altrimenti me ne vado “ e Nico, non fare la stupida e non farmi fare brutta figura ed ora ho messo un po’ di musica lenta e ti farò ballare un bel lento. Nico si alza, prende Carla per una mano e la fa alzare poi l’abbraccia ed inizia il ballo lento che è di fatto una vera pomiciata. La gonna di Carla ha lo spacco davanti perché ha tutta una fila di bottoni e Carla lascia sbottonati gli ultimi tre, e Nico invece mentre balla ne slaccia altri due; vedo Nico con un gonfiore davanti che appoggia all’altezza del pube di lei, ma visto che un altro bottone dava fastidio, lo sbottona lasciando gli ultimi due; premetto che slacciando l’ultimo la gonna cadrebbe in terra. I due ballano avvinchiati e vedo un rossore sul viso di Carla che evidenzia l’inizio di uno stato di eccitazione tanto che vedo che anche lei mentre balla spinge il bacino verso il gonfiore di Nico; dopo pochi minuti è Andrea, che aveva capito la situazione, rimette il disco, e Nico continua a stringere e pomiciare Carla che ormai cerca di nascondere il volto sul petto del giovane per nascondere la sua eccitazione, poi improvvisamente la vedo alzare la testa e mugolare “ mmmmhhhhhhhh, sssiiiiii stringimi forte “ Carla era ormai partita e Nico con furbizia fa segno ad Andrea di prepararsi per il cambio; avevo capito che toccava ad Andrea continuare il ballo con Carla e non mi dispiaceva, ma Nico prima di passargliela voleva eccitarla ancora di più, tanto che lo vedevo infilare una mano fra lo spacco della gonna e maneggiare sopra o sotto le mutandine; non riuscivo a vedere, ma come Nico la toccava “ mmmmhhhhhhh ssssiiiiii amore mi fai impazzire “ e Nico “ si amore, però ora devi continuare questo ballo un pochino con Andrea abbracciandolo come fai con me e senza timore, vedrai che ti piacerà” e Carla sussurrando “ no! Non voglio ti prego, voglio stare qui con te “ e Nico “ ti prego amore non farmi fare brutta figura l’importante che Andrea ti tenga eccitata come ora e poi io ti porterò in camera e ti darò il premio che meriti, anzi, questa sera ti farò dormire con me, vuoi “ e Carla “sssiiiiii tutta la notte assieme “ e Nico “ ma ora fai la brava non vedi che Andrea sta scoppiando, fallo pomiciare mentre balla e lo faremo sfogare da solo nei pantaloni ma tu fai il possibile per farlo sborare in fretta “ e Carla “ va bene farò come vuoi tu “ allora Nico rivoltosi ad Andrea, “ dai balla un po’ con lei e tienimela calda “ Andrea con un grosso gonfiore che sembrava che i pantaloni stessero scoppiando, prende il posto di Nico, stringendo a se subito Carla ed aggiustandosi il gonfiore per farlo subito combaciare con il pube di lei, infatti Carla nel sentire il contatto “ mmmmhhhhhhh ssssiiiiii stringimi forte “ ma guarda Nico gli sorride e gli fa l’occhiolino ed Andrea ballando incomincia a baciarla a tutto andare sulla guancia, poi cerca la bocca ma Carla si ritrae, poi le mette una mano sulle tette ed incomincia a leccare tuttala parte che fuoriusciva da reggipetto e Carla non si ritraeva subito, anzi la sentivamo “ mmmmhhhhhhh - basta ti prego non ce la faccio più mi fai impazzire“ e girandosi verso Nico cerca di carpire la sua attenzione facendogli segno di intervenire; Andrea invece, girandosi verso Nico gli fa segno se la può chiavare, e Nico gli fa segno di aspettare, e con una scusa entra da me e mi chiede che deve fare, e io gli consiglio di rinviare ogni cosa ma poi mi accorgo cosa stava succedendo fuori e dico a Nico vai, presto altrimenti quello se la sbatte e Nico esce e ferma Andrea dicendogli “ ora ballo io e si riprende Carla “; mentre Nico era da me, Andrea aveva sbottonato gli ultimi bottoni della gonna che era ormai caduta a terra e Carla e mentre lei cercava di riprendere e rimettersi la gonna Andrea le stava facendo perdere pure i minuscoli slip abbassandoglieli appena quel tanto che metà peluria e quasi tutto il culo erano scoperti ed Andrea aveva già tirato fuori il suo cazzo che a dire il vero non era affatto da invidiare quello di Nico; si qualche paia di centimetri di meno ma con una circonferenza notevole che avrebbero sicuramente reso felice la mia Carla. Carla seppure palesemente alquanto eccitata faceva anche se a fatica a tenere a bada Andrea e forse meno Nico che a tratti mi sembrava nervoso come se stesse per ingelosirsi, ma lo vedevo fare segni a Carla “ fallo sfogare” ; Carla, con maestria di vera donna, tenendo a bada Andrea gli strusciava sempre di più il pube sul gonfiore dei pantaloni, anzi delle mutandine perché Andrea si era tirato su i pantaloni ma non averva abbottonato la patta e Carla approfittava di questa situazione per farlo sfogare in fretta, infatti Carla sfregava lentamente e con maestria il suo pube sulla cappella di Andrea che anche se nascosta dalla stoffa delle mutandine sembrava scoppiasse da un momento all’altro, infatti poco dopo, il lavoro paziente ed esperto di Carla aveva ragione sul giovane, improvvisamente si sentiva Andrea “ mmhhhhhh non ce la faccio più sfogooo !!! “ e subito lo si vedeva che aveva riempito i propri slip del suo sperma, fra la risata di Carla che alla fine gli diceva “ sei soddisfatto ora ? Bene basta hai avuto troppo e corri dalla mia amica Wida e voglio vedere se anche lei almeno così farà sfogare il mio Nico “.- Io ero al massimo dell’eccitazione e Andrea uscita dal bagno ove era corso, presentava una vasta macchia davanti alla patta dei pantaloni; era il suo sperma che non era riuscito a regalare a Carla. Andrea poi “ Carla, potevamo fare almeno qualcosa di meglio saresti rimasta soddisfatta e Carla “ per te sono e sarò sempre la signora Carla, per Nico sono la signora Carla quando siamo fuori, e davanti agli altri, mentre da soli, sono Carla o la sua puttana come lui preferisce; comunque cosa vuoi di più, ringrazia il tuo amico Nico, ti ha permesso di pomiciarmi fino a che non hai sfogato, non sei contento ? “ e Andrea “ va bene signora Carla ci rivedremo !! “.
Carla da un bacio a Nico e va a casa, ma Nico prima di lasciarla le dice “ questa sera dormi con me ? “ e lei “ chiedo giustamente a mio marito se mi fa fare tutta la nottata oppure quando abbiano finito ritorno a casa, ma tu cosa vorresti ? “ e Nico “ devi stare tutta la notte con me, ma dimmi una cosa, sarebbe riuscito Andrea a farti la festa ? “ e Carla “ ci è mancato poco, tu scherza con il fuoco e vedrai quanti si presenteranno per avermi” poi sorridendogli va via.
Rimasto solo con Nico gli chiedo “ allora la facciamo chiavare da Andrea ? “ e lui “ si! Sono deciso, metta in atto il suo piano in fin dei conti avrò anch’io quella bella figona di Wida tutta mora e riccia di capelli e anche di figa, e non le nascondo che la desidero come Andrea desidera Carla e lei cosa ne pensa ? “ ed io “ per me potevamo anche farla chiavare oggi perché era eccitantissimo, ma le combineremo un bello scherzetto “
A casa Carla pensando che fossi appena rientrato, non mi racconta nulla, ma mi dice “Nico mi ha chiesto di andare da lui a casa questa sera, cosa gli dico ? “ ed io “ perché se ti chiama per portarti in cantina non ti ho sempre fatto andare ? e Carla “ si, lo so, ma lui intenderebbe tenermi tutta la notte con lui e quindi ritornerei domani mattina e ti sveglierei con un bel caffè a letto “ ed io “ e si, ed anche con un altro bel paio dicorna “ e Carla sorridendo “ è pensi che quello mi terrebbe a letto solo così senza farmi la festa ? Ma dai che ti piace e ti eccita sapermi a letto con Nico in un’altra casa magari lo desideravi da tempo “ ed io “ si Carla è vero lo desideravo e quindi fai tutta la notte con lui e mi raccomando trattalo bene e fatti sbattere da tutte le parti “ e lei “ come sempre “, e Carla, allora posso avvisarlo che alle 20,30 sarò da lui ? “ ed io “si, vai tranquilla “.
Qualche ora dopo, chiamo Nico e gli dico “ tienila con te come vuoi e per tutta la notte, ma dammi un paio di chiavi per poter venire a sbirciare ogni tanto in silenzio “ Nico “ ecco le chiavi la serratura non la chiudo tutta e non fa rumore, io voglio portarmela sotto la doccia e poi la porterò a letto verso le 23,00, ma comunque impegnerò Carla in bagno, e camera da letto pertanto lascerò anche la porta del bagno aperta, una piccola lampada in camera cosi potrà gustarsi ogni scena che vuole, ma mi raccomando, prepari il tranello a Carla; certo che questa sera sarebbe stata la serata ideale per fare la doccia anche con Andrea e poi tutti a letto a chiavare a tutto andare “ ed io “ Nico, forse hai ragione, se sei convinto che questa sera sarebbe l’ideale per fare sbattere Carla anche da Andrea, io ne sono più che felice, e se vuoi prepara la cosa con Andrea, ma io voglio assistere bene di nascosto, è uno spettacolo che non potrei perdermi, solo mi dispace per quella tattica che avevo già preparato per voi due e per Carla, ma fai un po’ tu e Nico “ non crede che con la voglia di cazzo che ha la signora Carla il suo tranello lo potremmo fare in seguito ?” ed io “ ma che gusto ci sarebbe se Andrea ormai se la chiaverà questa sera “ e Nico “ ma io, se lei fosse d’accordo, avrei ancora un terzo amico di fiducia che oltre ad essere cotto della signora Wida, impazzisce per la signora Carla “ ed io “ e chi sarebbe questi ? “ e Nico “ è un nostro coetaneo abita a 50 chilometri da qui, ma viene spesso a studiare da noi e quando ha visto Carla la prima volta è sbiancato, ed ogni volta che la vede quando viene a trovare me o Andrea, sembra impazzire dicendo “quella sarebbe la donna della mia vita, impazzirei per lei “ ed io “ ma tu tifideresti a farla chiavare anche da questi ?” e Nico “ lei deve capire che fra me e Carla vi sono parecchi anni di differenza; con Carla è solo sesso un sesso che fa impazzire ed io la voglio sapere sempre mia, però, io amo il sesso e se riuscissimo a mettere assieme me, Andrea questo mio amico Carla e la Wida e la sua regia, ne uscirebbe qualcosa di bello ed eccitantissimo, anche perché è vero che sarenno tre giovani, ma le donne hanno una esperienza tale che ci mettono tutte nel sacco, ha visto con quanta maestria Carla ha fatto sfogare Andrea senza fargli fare nulla tranne che una piccola pomiciata ? “ ed io, ha ragione, allora se la cosa deve riuscire, voglio che dici tutto ad Andrea, e subito, del fatto che sono io l’artefice e che potrà chiavarsi Carla con il mio permesso e naturalmente con il tuo, visto che a tutti gli effetti sei il suo amante “ “ dammi conferma e poi se la cosa andrà in porto, devi dire ad Andrea che lo attenderò nel giroscale e lo istruirò e lo farò entrare io al momento opportuno quando Carla è pronta ed Andrea potrà prendere il tuo posto fra le sue gambe “
AL PROSSIMO CAPITOLO < 5 > LEGGEREMO MIA MOGLIE CARLA E IL GIOVANE NICO ED ANCHE IL GIOVANE ANDREA.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 56): 5.3 Commenti (709)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
RSS feed Sei eccitato? Se vuoi divertirti da solo o vuoi provare qualcosa di diverso con la tua lei, visita questo Sexy Shop, troverai tanti toys interessanti e molto altro.