STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
Le dimensioni contanoSolo petting...giochi coniugaliSymon e Helena alle TermeIl vu cumprà ed il nonnoUltimo Trimestre IILA NOSTRA VACANZA A SHARMantonella la porcona 2 e roberto cornuto
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

Come ho sverginato Alessia
Scritta da: Lun20 (2)

Per meglio capire questo racconto bisognerebbe leggere prima il racconto"sega e ditalino".Eravamo d'accordo che alle 14 Alessia sarebbe venuta a casa mia,il pensiero di fare l'amore con una ragazza così giovane e vergine ma sopratutto inesperta mi eccitava in continuazione.Le sue ultime parole'ti amo' mi frastornarono il cervello.Alle 13 cominciai a prepararmi ed indossai un intimo bianco e andai sul letto ad aspettarla.Puntualissima arrivò,entrò in casa e chiuse la porta a chiave.Venne a cercarmi e mi trovò subito.Indossava un vestito mezza manica nero lungo fino alle ginocchia con un paio di ciabatte con zeppa di sughero un trucco lieve e i capelli raccolti in una coda. Entrò,mi salutò si sedette e mi dissei: voglio prima parlare!ñon ho mai avuto un moroso e nemmeno visto dal vero un uomo nudo prima e la cosa mi spaventa.La mia verginità te la donerei solo se te provi qualcosa per me! non ti sei mai accorto come ti guardo?io ti amo sul serio!A queste parole non risposi ma gli feci capire,la presi e me la limonai violentemente la sua mano iniziò a toccarmi il cazzo durissimo,ero eccitatissimo,al punto di non accorgermi di averle già sfilato il vestito sotto non portava il reggiseno e cominciai a baciarle le piccoke tettine e ad accarezzarla. la feci coricare e le sfilai le mutande.Mi si presentò alla vista un tappetino di peli corti e ricci divisi da una piccola figa rosa.Con 2 dita la aprii,la annusai e poi inizziai a leccargliela.Un profumo e il sapore dei suoi esagerati umori mi facevano impazzire spingeva e ruotava il bacino contro la mia bocca, e dopo una decina di minuti di estremo godimento raggiunse un orgasmo.Presi in mano il cazzo lo appoggiai alla figa,la guardai negli occhi e gli chiesi:Ale!sei pronta di essere amata?Lei tremava ma sentivo la vagina spingere,era un lago!entrò con tanta fatica,lei emise un urlo di dolore,sentivo il cazzo stretto dalla sua figa strettissima,bagnata e bollente.L'amai delicatamente,lei in 10minuti,venne e subito dopo le sborrai sul pelo.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 83): 5.11 Commenti (8)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10