STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
La prof di ingleseCon la vedova II^ partel'amico telefonico di mia madre...Come le onde del mare.sesso in autoLa ziettale stranezze di mia moglieIl primo scambio non si scorda mai...
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

La divorziata in calore.
Scritta da: Korh (2)

Conosco A.,divorziata e troia nel profondo,da un pò di tempo e quest'anno dopo l'epifania l'ho chiamata dicendole chiaro e tondo che avevo le palle gonfie e che volevo scaricarle su lei.Lei è molto maiala e pervertita e subito mi ha dato appuntamento per la sera stessa.Mi è venuta a prendere lei,vestita davvero come una zoccolona che vuole scopare,pantalone di raso aderente come una seconda pelle,con fica ben visibile dato che il pantalone come ho già detto era aderentissimo ed elasticizzato,tanto che sembrava le entrasse in fica,poi ho scoperto che sotto indossava solo calze autoreggenti,il pantalone era infilato in stivali alti sul ginocchio,di pelle con tacchi vertiginosi.Premetto che è bassina,1,60 ca terza di tette,morbide e con capezzoli a chiodo,quasi sempre duri e un culo da far venire anche un morto.Poi aveva messo una maglietta di raso,aderente anche quella,e sopra un giubbetto corto e stretto.
Appena salito in auto la guardo e le dico"ti scoperei anche quì"e lei "guida tu,andiamo in un posticino ma non andare troppo lontano",scende e gira intorno alla macchina,io passo da un sedile all'altro e la guardo,camminava davvero come una zoccola in calore,noto che c'è un tipo che la guardava.
Mi avvio e lei comincia ad aprirmi i pantaloni e mi tira un pompino da urlo,riuscivo a malapena a guidare mentre lei succhiava e mi massaggiava le palle,non duro molto che le riempio la bocca di sperma,lei succhia tutto e si rialza,si toglie il pantalone e mentre guido mi viene sopra,se lo mette in fica e comincia a cavalcarmi con salti sempre più selvaggi mentre io non riesco più a capire dove stò andando,finalmente riesco a fermarmi in un piazzale isolato,la sollevo e la butto sull'altro sedile atterrandogli addosso.La scopo con una forza ed una cattiveria tale che la faccio urlare di far piano che la spacco,ma io sono deciso a romperle la fica e le dico"sei una puttana,l'hai voluto e ora te la rompo".
Quando stò per venire esco e le spruzzo tutto sulla fica,la sborra cala sul suo culo e io decido di usarlo,le sollevo le caviglie sulle mie spalle e mi metto in ginocchio sotto il sedile,glielo infilo nel culo usando lo sperma come lubrificante,con un sol colpo,urla di fare piano,noto che le sanguina un pò la fica ma continuo e mi scateno sentendola urlare.Intanto le accarezzo le gambe sode e palestrate e gli stivali con quel tacco esageratamente alto,mi abbasso su di lei,praticamente la chiudo a portafoglio e le strizzo le tette burrose mentre lei impotente sotto di me urla e implora.Le riempio il culo con la mia sborra dopo un lasso di tempo che sembra interminabile.Mi rilasso un pò poi scendo dalla mula che ho appena sfondato e la guardo,è distrutta,le sanguinava anche il culo.Si riprende dopo un pò e si riveste.Noto mentre mi riavvio per andare via,che il tipo che la guardava sul luogo in cui ci siamo incontrati ci aveva seguito e si era goduto lo spettacolo,faccio finta di niente ma noto che lei lo guarda,l'aveva sicuramente riconosciuto,infatti sorrideva e lo guardava.
Quando mi rifermo per riprendre la mia auto vedo che non molto lontano si è fermato il tipo,allora lei che l'aveva notato mi fà"secondo te che vuole?"e io"vorrà sfogarsi anche lui,ti ha vista e poi ti ha guardata scopare,avrà capito quanto sei troia",ride e ci salutiamo con un bel bacione.
Fine prima parte.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 51): 6.41 Commenti (6)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10