STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
La mia prima volta in tre...Ma che sorpresa!!!!con quella figa d mia zia...Frutta e verdura, che passione - Prima parteGioia e una domenica d'AgostoCOPPIA AFFERMATA 20ENNI DI LATINAil mio culo e la guardia di finanzamia moglie piace scopare con tanti
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

la nostra prima volta
Avevamo gia fantasticato piu' volte sul farlo in tre, ma seriamente non avevamo fatto nulla.
Quindici giorni fa , siamo andati sul Lago x qualche giorno di vacanza, abbiamo scelto una localita tranquilla x poter riposare e rilassarci, l'albergo era veramente bello, in un parco con vista lago.
Gia' dal primo giorno, ci accorgemmo che quasi tutti gli ospiti erano stranieri, tedeschi, francesi, inglesi, di italiani c'eravamo noi, una coppia di giovani sposi e un signore che tra l'altro sedeva , a pranzo nel tavolo accanto al nostro.
Elena, mia moglie, ha 43 anni, non molto alta, occhi verdi, bionda con una quinta di seno ed è un po' in carne, cmq una donna che non passa inosservata.
Io 54 anni robusto nella norma, la mia ricorrente fantasia sessuale è quella di vedere mia moglie alle prese con un'altro uomo, desiderio che Elena conosce, ma che non abbiamo mai realizzato anche xche' lei si sente inadeguata e pensa di non interessare nessuno.
Anche durante questa vacanza ne abiamo parlato durante le ns effusioni e lei, come sempre, sta al gioco.
Durante il pranzo del primo giorno di vacanze, commentavamo sull'aspetto fisico degli altri ospiti ed i commenti di Elena erano che la maggior parte degli ospiti erano giovani , difficilmente si sarebbero interessati a lei, solo il ns vicino di tavolo , che tra l'altro era uno dei pochi italiani presenti, aveva un'eta' piu vicina alla ns.
Ale, questo era il suo nome , era un veronese di circa 60 anni , con un fisico prestante, abbronzato , elegante ed affascinante come Elena lo defini facendo capire il suo interesse.
Non mi feci sfuggire l'occasione di proporre lui come terzo nelle ns fantasie e lei certa che non si sarebbero realizzate disse che con uno come lui ci avrebbe fatto un pensiero.
la giornata prosegui nel relax piu completo, solo nel pomeriggio Elena decise di fare un riposino ed ando' in camera , io restai seduto in giardino a leggere un giornale , Ale, che era seduto al tavolo accanto al mio rivolgendosi a me mi disse che era strano trovarsi in Italia ed essere tra tanti stranieri, fu una maniera x attaccare bottone , parlammo del tempo del posto , e ci scambiammo qualche informazione su di noi.
Ale, mi disse di essere singolo x scelta di avere una piccola ma redditizia azienda e che apprezzava molto il gentil sesso, ed in questo frangente mi fece i complimenti x avere una moglie cosi attraente ,addirittura si sbilancio dicendo che Elena era propio il suo ideale di donna, formosa, con un seno importante e con occhi splendidi. Lo ringraziai x i complimenti dicendogli che sarebbero stati apprezzati da mia moglie.Piu tardi riferi della cosa ad Elena che arrossi ma gradi molto.
"Questa è l'occasione buona , se ti va di provare " le dissi , se vuoi tasto il terreno , "vedrai che non gli interessa " mi rispose, "ma se vuoi prova".
Mi pervase un'eccitazione incredibile, e tra le gambe mi cresceva la voglia , immaginavo Elena che con le sue labbra carnose baciava il sesso di Ale e la cosa mi inebriava di piacere .
la sera stessa , sempre in giardino , Ale chiese se poteva sedersi al ns. tavolo xche' tra tutti quegli stranieri si sentiva solo. Lo invitammo a farlo ed iniziammo a conversare come se ci fossimo sempre conosciuti, si parlava un po di tutto , l'argomento si sposto sullo sport, e lui ci disse di essere sponsor, con la sua azienda, di una piccola squadra di pallone, e di essere lui il massaggiatore della squadra , fu cosi che salto' fuori di come Elena amasse farsi massaggiare piedi e gambe, cosa che io spesso facevo ma con poca perizia, Ale si propose subito come massaggiatore dicendo che era quella la sua specialita', "approfittane" dissi ad Elena , la quale dopo un po di isistenze da parte mia e di Ale accetto' ma pose come condizione che avvenisse nella terrazza della ns camera che essendo coperta da una veranda ci teneva fuori dalla vista di altri.
Decidemmo di invitare il ns. nuovo amico x l'indomani dopo la colazione, accetto con molto entusiasmo.
La sera, in camera, commentammo l'accaduto e lei si vedeva che era imbarazzata ma nello stesso tempo eccitata x quella proposta che poteva far nascere cose che avevamo solo immaginato.
L'indomani Elena indosso un costumino molto ridotto che le metteva in risalto il seno,e le lasciava scoperta buona parte del culo, il pareo copri' il tutto lasciando all'immaginazione cosa nascondeva. Ale ci raggiunse in camera verso le 9, portando con se dei flaconi di oli specifici x il massaggio, Elena si sedette in terrazza su una poltroncina Ale su uno sgabello piu basso di fronte a lei ed io di fianco a loro, le chiese di allungare una gamba e di appoggiarla sulle sue ginocchia, le sfilo l'infradito ed ungendola con l'olio ,inizio a massaggiarle il piede, i suoi movimenti erano da esperto , lei si adagio' sulla poltrona e rilassata, si gustava in tutto relax il massaggio.
La cosa prosegui x un buon 20 minuti, dai piedi Ale risali alle gambe, che nel frattempo si erano scoperte xche il pareo si era aperto, vedevo Elena , con la testa reclinata all'indietro e gli occhi socchiusi , godere del sapiente utilizzo delle mani di Ale, con tutte e 2 le mani le toccava le cosce andando avanti ed indietro, tutte le volte che risaliva, si faceva sempre piu vicino alle ridottissime mutande del costume, dalle quali si intavedevano i peli chiari della figa di Elena che io gia' immaginavo umida di umori,le mani del ns amico si fecero piu' audaci , e nei movimenti sfioravano lo slip, Ale incrocio' il mio sguardo, alla ricerca di un assenso x il prosieguo dell'operazione, io cercai di fargli capire che ero daccordo, e fu cosi che l'audacia aumento facendo che il massaggio proseguisse piu in alto, tra le gambe della mia consorte , sempre languidamente rilassata.
Lei trasali' a quel primo contatto e chiuse le gambe riaprendole subito dopo, mettendo in evidenza maggiormente la sua figa ancora coperta, Ale si spinse piu' in avanti con lo sgabello ed adesso la sua faccia era a pochi centimetri dalle cosce aperte di mia moglie, io ero al massimo dell'eccitazione, e mi toccavo il pacco che nel frattempo mi era cresciuto tra le gambe.
I movimenti si fecero piu insinuanti , le dita toccavano con piu'insistenza gli slip , fino a che con un gesto delicato , Ale sposto la stoffa ed insinuo un dito tra le labbra della figa di Elena, un gridolino di piacere accompagno' il gesto e maggiormente le sue gambe si aprirono, con destrezza le fece alzare il culo e le sfilo' gli slip le dita scorrevano freneticamente dentro la figa bagnata di Elena, e le labbra di Ale si avvicinarono baciandola tra le gambe. Io mi alzai ed avvicinandomi a mia moglie tirai fuori il mio cazzo e glielo misi tra le labbra, inzio cosi un pompino maestrale alternato a mugolii di piacere di Elena che era sempre violata dalla lingua e dalle mani del ns. amico.
Slacciai il pareo che cadde a terra mostrando Elena solo con il reggiseno , che feci volar via subito dopo, mostrando ad Ale mia moglie nella sua nudita' completa. I seni abbondanti , ed i capezzoli turgidi furono subito stretti tra le mani di Ale, che subito dopo si sfilo' pantaloncini e mutande mostrandoci un cazzo dalle dimensioni notevolissime e dal colore molto scuro, l'erezione era gia al massimo ed io mi vergognai al quanto del mio cazzetto che in confronto era poco piu della meta', mia moglie allungo una mano e impugno' l'asta iniziando a fargli una sega.
A quel punto consigliai di entrare in camera x stare piu comodi Elena si stese sul letto con le gambe a penzoloni, Ale si inginocchio continuando a leccarla ed io mi stesi di fianco x non perdere nulla della scena, dopo aver lubrificato con la saliva la figa gonfia di mia moglie Ale si alzo' ed indossando il preservativo che gli offri' io, inizio', con colpi violenti a scopare finalmente, mia moglie con una vigoria che non mi aspettavo, lei mi stringeva la mano ad ogni colpo sempre piu' forte, venne una prima volta e poi una seconda,Ale aveva una resistenza inaspettata, quando fu la sua volta di venire , lo sfilo' fuori e lo offri alle labbra carnose della mia donna che avidamente e con fatica lo infilo' in bocca facendolo godere ed ingoiando tutto. E' stata un'esperienza bellissima della quale siamo rimasti soddisfatti tutti e tre ed è nata un'amicizia che proseguira', visto che la distanza tra noi non è molta, abbiamo gia' organizzato un'altro incontro x domenica prossima a casa ns., Elena mi ha promesso che si fara' fare il culo da me intanto che Ale la scopa,....non vedo l'ora che arrivi domenica .
Aspetttiamo i vs. commenti ed eventuali proposte visto che adesso il ghiaccio è rotto. A presto.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 203): 6.96 Commenti (15)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10